Elliot Page, l’attore transgender di Juno e Inception

Le utime dal diario

La lella
La lellahttps://www.diariodiunalella.it
Lella fin da piccola, ho sempre seguito questo motto: "sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo". Credo che la sessualità e l’identità siano elementi soggettivi, tanto che qualsiasi regola non sarebbe mai quella perfetta. Nessuno di noi è solo una cosa e non esiste una definizione che possa andare bene sia per me che per te. A dire il vero, esiste un’etichetta in cui mi sento perfettamente a mio agio ed è proprio l’essere me stessa, perché è fatta su misura per me, racchiude tutto ciò che sono ed è pronta ad accogliere ciò che sarò.

Elliot Page è un attore hollywoodiano di grande successo, che ha deciso di cambiare identità di genere. Ha trovato il successo con Juno. Ecco chi è!

L’abbiamo conosciuto come interprete di Juno, di Inception e della serie tv The Umbrella Academy: ecco chi è Elliot Page, famoso attore di Hollywood che ha deciso, nel dicembre 2020, di diventare farsi chiamare Elliot dopo aver annunciato di essere un persona transgender non binary. Protagonista di tantissime pellicole di successo, oltre a quelle citate, come X-Men Conflitto finale e Giorni in un futuro passato, dove ha vestito i panni di Kitty Pryde, Page aveva già, nel 2014, fatto coming out, durante una conferenza, e nel 2018 è anche convolata a nozze. Poi ha deciso di andare oltre e non essere più Ellen Page. Ecco cosa c’è da sapere su di lui!

Chi è Elliot Page

Classe 1987, Elliot Page è nato a Halifax, in Canada, il 21 febbraio sotto il segno dell’Acquario. La passione per il mondo dell’arte e della recitazione l’ha ereditata dal padre che di professione è un graphic designer. La mamma, invece, è una maestra.

Fin da giovanissimo, inoltre, è sempre stato appassionato del lavoro dell’attore e per questo motivo ha deciso di prendere lezioni presso la Neptune Theatre School. All’età di 11 anni ha preso parte alla sua primissima pellicola, un film per la televisione dal titolo Pit Pony. Da lì, possiamo affermare con assoluta certezza, che è iniziata la sua carriera nel mondo del cinema.

La vita privata di Elliot Page

Elliot Page era balzato agli onori della cronaca già nel 2014, quando aveva fatto coming out dicendo di essere lesbica, e presentando la sua compagna al mondo, Emma Portner. Quattro anni dopo, è convolato a nozze con lei, che di mestiere fa la ballerina. Proprio sul suo account Instagram, inoltre, aveva annunciato di essersi sposato, in gran segreto, e di aver preferito una cerimonia intima lontana dal clamore mediatico.

Come forse saprete, nel mese di dicembre del 2020, tramite un tweet ha annunciato di essere una persona transgender non binary (che indica l’identità di genere e non l’orientamento sessuale) e che ora in avanti il suo nome è Elliot, e non più Ellen (il suo dead name).

Ecco il messaggio di Elliot:

Salve amici, voglio rendere pubblico il fatto che sono trans, i miei pronomi sono he/they e il mio nome è Elliot. Mi sento fortunato a poter scrivere ciò. Di essere qui. Di essere arrivato a questo punto della mia vita.Provo una travolgente gratitudine per le persone incredibili che mi hanno supportato durante questo viaggio. Non saprei neanche dove cominciare per esprimere quanto sia eccezionale poter finalmente amarmi al punto da ricercare chi sono davvero. Sono stato infinitamente ispirato da tantissime persone nella comunità trans. Grazie per il vostro coraggio, la vostra generosità e il vostro continuo impegno nel rendere questo mondo più inclusivo e compassionevole. Offrirò tutto il mio supporto e continuerò a battermi per una società più amorevole e paritaria.Vi chiedo anche di essere pazienti. La mia felicità è reale, ma anche fragile. La verità è che, nonostante la profonda gioia che provo in questo momento e la consapevolezza dei miei privilegi, sono anche spaventato. Ho paura dell’invadenza, dell’odio, delle “battute” e della violenza. Per esser chiari, non sto cercando di smorzare un momento gioioso e che celebro, ma voglio rendere il quadro generale. Le statistiche sono sconcertanti. La discriminazione verso le persone transgender è diffusa, insidiosa e crudele, e ha conseguenze terribili. Solo nel 2020 si calcola che almeno 40 persone transgender siano state assassinate, la maggior parte delle quali erano donne di colore o latine. A tutti i politici che lavorano per criminalizzare l’assistenza sanitaria per i trans e per negare il nostro diritto di esistere e a tutti quelli con una grande cassa di risonanza che continuano a vomitare ostilità verso la comunità trans: avete le mani sporche di sangue.State generando un accanimento vile, umiliante e rabbioso che grava sulle spalle della comunità trans, una comunità nella quale si riporta che il 40% dei trans adulti abbia tentato il suicidio. Quando è troppo è troppo. Voi non state “cancellando” ma ferendo molte persone. Io sono una di queste persone e non resteremo in silenzio di fronte ai vostri attacchi.Grazie per il vostro coraggio, la vostra generosità e il lavoro incessante per rendere questo mondo un luogo più inclusivo e compassionevole. Offrirò tutto il supporto possibile e continuerò a lottare per una società più amorevole ed equa”, Amo il fatto di essere trans. E amo essere queer. E più mi tengo vicino e abbraccio pienamente chi sono, più sogno, più il mio cuore cresce e più prospero. A tutte le persone trans che ogni giorno si occupano di molestie, disgusto di sé, abusi e minacce di violenza: ti vedo, ti amo e farò tutto il possibile per cambiare questo mondo in meglio”

#elliotpage

Nel frattempo sappiate che WIKIPEDIA GIÀ AGGIORNATO!

Chi è Emma Portner, la moglie di Elliot Page

Se pensate che la popolarità della Portner, in America, sia legata al suo matrimonio con Elliot Page, vi sbagliate di grosso. In precedenza, infatti, la Portner ha raggiunto il successo grazie a una collaborazione con Justin Bieber. É, infatti, la protagonista di un suo videoclip e ha lavorato con lui per un tour, in qualità di ballerina.

Non è chiara la sua data di nascita (alcuni riportano 1994 altri 1995). All’annuncio del marito di essere trasngender, ha subito condiviso sul proprio Instagram la sua lettera e ha detto di essere “Così orgogliosa di te“.

4 curiosità su Elliot Page

  • Oltre a saper recitare è anche un bravo musicista. Suona, infatti, la chitarra e gli piace tantissimo ascoltare musica.
  • Non tutti lo sanno ma per la pellicola Juno ha anche composto la canzone Zub Zub.
  • Ha cantato il brano Lost Cause, nel videogioco Beyond: Due anime.
  • Ha ammesso di essere vegano.
Articolo PrecententeIl diario
Articolo SuggessivoKamala Harris pro-lgbt

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime dal blog

Altri articoli che potrebbero interessarti

- Advertisement -spot_img