“Non sono pronta per avere una storia con una donna”

Le utime dal diario

La lella
La lellahttps://www.diariodiunalella.it
Lella fin da piccola, ho sempre seguito questo motto: "sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo". Credo che la sessualità e l’identità siano elementi soggettivi, tanto che qualsiasi regola non sarebbe mai quella perfetta. Nessuno di noi è solo una cosa e non esiste una definizione che possa andare bene sia per me che per te. A dire il vero, esiste un’etichetta in cui mi sento perfettamente a mio agio ed è proprio l’essere me stessa, perché è fatta su misura per me, racchiude tutto ciò che sono ed è pronta ad accogliere ciò che sarò.

“Non sono pronta per avere una storia con una donna”. Forse non lo è mai stata. Non si sa quanto tempo l’abbia aspettata, e ancora l’aspetti.

In ogni caso questo messaggio di Morgana del 2008 mi ha fatto “sorridere”, anche se un po’ amaramente:

Forse hai pienamente ragione, ma non sul fatto che non sono pronta per avere una storia con una donna, bensì sul fatto che non riesco a far coincidere tutto. Non so chi sia la tua amica di croce rossa (penso Martina) ma comunque ti assicuro che è diverso rivestire il ruolo di ispettore da quello di semplice volontario, io stessa non immaginavo fosse così complicato e soprattutto mi togliesse tutto questo tempo. 

Comunque mi dispiace molto per sabato (non riuscivo a ricordarmi il posto e quando me ne sono resa conto era troppo tardi) e per ieri. 

Non hai tutti i torti nel dire che di storie deleterie ne hai avute tante e che non vuoi ritrovartici, ma una cosa è certa: come ti ho già detto interesse da parte mia ce n’è e parecchio, ma per come è adesso non riesco a dimostrartelo e non ne capisco il motivo. Non voglio farti male ma vedo che già te ne sto facendo, comunque parlare di ciò via mail non è esattamente una buona cosa. Dobbiamo cercare di vederci e parlare e decidere in caso se lasciarci o restare amiche. 

Comunque la posta la sto vedendo ora, è da ieri che non me la apriva…

Ricordo che in quel periodo aspettavo sempre la sua nuova scusa, il suo “ma”. E’ probabilmente anche per questo motivo che la nostra storia non è mai proseguita.

* Tutto ciò che è in corsivo proviene dai veri diari segreti.

Articolo PrecententeNon so cosa tu voglia da me
Articolo SuggessivoVortice di cambiamenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime dal blog

Altri articoli che potrebbero interessarti

- Advertisement -spot_img